Lettere:
modelli per Sindaci, Assessori, Consiglieri Comunali

lettere

Per poter raccogliere le sottoscrizioni a partire dal 30 giugno, dobbiamo trovare abbastanza persone che possano autenticare le firme raccolte.

Per questo in questa pagina puoi trovare tre modelli di lettere, una per i Sindaci, un’altra sia per gli Assessori che per i consiglieri comunali, che ti chiediamo di inviare per iniziare a prendere contatti con loro, e una da utilizzare in caso fossi un dipendente comunale.

Sul sito del tuo Comune dovresti essere in grado di reperire tutti i loro contatti.

Gentile Sindaco,

il 20 aprile 2021 il Comitato promotore Eutanasia Legale ha depositato in Cassazione il quesito referendario pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 95 del 21 aprile 2021.

Per convocare il referendum la prossima primavera, dal 30 giugno 2021 al 30 settembre 2021 raccoglieremo le 500mila firme previste.

Come sa, tra le figure autorizzate all’autentica interne agli enti locali sono individuati: Sindaco, Assessori, Presidente del Consiglio Comunale, Consiglieri comunali, segretari comunali, funzionari incaricati dal Sindaco, Presidenti e Vicepresidenti dei Consigli Circoscrizionali.

Le scriviamo per chiederLe di partecipare direttamente e di autorizzare comunque celermente i funzionari pubblici e i consiglieri comunali che faranno richiesta di autentica delle firme.
RingraziandoLa per la disponibilità, restiamo a disposizione per ogni eventuale ulteriore informazione relativamente al quesito e la mobilitazione.

Cordiali saluti,
NOME, COGNOME e CONTATTI

P.S. Per comunicare la propria disponibilità ad autenticare le firme, è anche possibile compilare i campi presenti a questo link: https://referendum.eutanasialegale.it/partecipa-come-autenticatore/

Gentile Assessore/Consigliere comunale,

il 20 aprile 2021 il Comitato promotore Eutanasia Legale ha depositato in Cassazione il quesito referendario pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 95 del 21 aprile 2021.

Per convocare il referendum la prossima primavera, dal 30 giugno 2021 al 30 settembre 2021 raccoglieremo le 500mila firme previste.

Come sa, tra le figure autorizzate all’autentica interne agli enti locali sono individuati: Sindaco, Assessori, Presidente del Consiglio Comunale, Consiglieri comunali, segretari comunali, funzionari incaricati dal Sindaco, Presidenti e Vicepresidenti dei Consigli Circoscrizionali.

Le scriviamo per chiederLe di partecipare direttamente all’autentica delle firme e di sensibilizzare i suoi colleghi.
RingraziandoLa per la disponibilità, restiamo a disposizione per ogni eventuale ulteriore informazione relativamente al quesito e la mobilitazione.

Cordiali saluti,
NOME, COGNOME e CONTATTI

P.S. Per comunicare la propria disponibilità ad autenticare le firme, è anche possibile compilare i campi presenti a questo link: https://referendum.eutanasialegale.it/partecipa-come-autenticatore/

Egregio Sindaco,

il/la sottoscritto/a ………………………………………………………nato a ……………………………. il…………………….. dipendente a tempo indeterminato del Comune di ……………………………….

VISTO

l’articolo 14 della legge 21 marzo 1990, n. 53, così come sostituito dall’articolo 1 della legge 28 aprile 1998 n. 130, successivamente modificato dall’articolo 4, comma 2, della legge 30 aprile 1999 n. 120, che individua i soggetti competenti ad eseguire le autenticazioni, che non siano attribuite esclusivamente ai notai, e che siano previste dalla normativa richiamata dal citato articolo, tra i quali sono compresi anche i funzionari incaricati dal sindaco; Visto l’articolo 21, comma 2, del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000;

CHIEDE

il conferimento dell’incarico ad eseguire l’autenticazione delle sottoscrizioni in occasione della raccolta delle firme per il referendum abrogativo pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 95 del 21-04-2021 proposto dal Comitato Promotore Referendum Eutanasia Legale. A tal fine il sottoscritto chiede la disponibilità del timbro del Comune per l’autentica delle sottoscrizioni.

……FIRMA…….

Alla c.a. del Presidente
Del Tribunale/Corte d’Appello di [-]

Oppure

Alla c.a. del Coordinatoredell’Ufficio del Giudice di Pace

Con la presente il sottoscritto [-] funzionario giudiziario in servizio c/o il Tribunale Ordinario di [-],

COMUNICA

alla S.V. la disponibilità allo svolgimento delle attività di autenticazione di firme durante l’orario di lavoro e presso la sede di servizio in occasione della campagna referendaria relativa al quesito depositato in Cassazione il pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 95 del 21 aprile 2021.

Luogo e Data

Il Funzionario giudiziario
(Nome)

Egregio Avvocato / Caro [NOME],

Il 20 aprile u.s. è stato depositato dall’Associazione Luca Coscioni, con i famigliari di chi in questi anni ha chiesto una legge per legalizzazione dell’eutanasia e con tanti altri, presso la Suprema Corte di Cassazione un quesito referendario che si pone l’obiettivo di introdurre l’eutanasia legale nel nostro Paese attraverso una parziale abrogazione dell’art. 579 c.p.

A distanza di quasi 8 anni dal deposito della Proposta Di Legge di iniziativa popolare per la legalizzazione dell’eutanasia ed il totale silenzio del Parlamento, la strada del referendum rappresenta l’unico strumento attraverso il quale i cittadini potranno esprimersi su un tema che negli ultimi anni è diventato urgente.

Come probabilmente ti è noto, l’art. 16-bis della legge n. 120/2020 di conversione del c.d. Decreto Semplificazioni (D.L. 76/2020) ha introdotto modifiche all’articolo 14 della legge 53/1990 estendendo agli avvocati la competenza ad autenticare le sottoscrizioni previste dalla legge, inclusi i referendum e le proposte di legge di iniziativa popolare. L’articolo 14 della legge 53/1990, infatti, chiarendo quali sono i soggetti competenti ad eseguire le autenticazioni che non siano attribuite esclusivamente ai notai, oggi include anche gli avvocati iscritti all’albo che abbiano comunicato la loro disponibilità all’ordine di appartenenza. Con tale nuovo ruolo che l’avvocato ha la possibilità di ricoprire ha importanti funzioni pubbliche e di supporto alla vita democratica del nostro Paese.

Proprio in virtù di tale nuova funzione costituzionale conferita agli avvocati, ti chiedo la disponibilità ad autenticare le sottoscrizioni necessarie per la convocazione dei comizi elettorali e nel contempo ad adoperarti autonomamente per la raccolta firme. Gli avvocati, infatti, potranno autenticare le firme sia presso i luoghi di raccolta, che saranno organizzati dal 30 giugno al 30 settembre su tutto il territorio nazionale, sia autonomamente, raccogliendo le firme da autenticare fra amici, parenti e conoscenti o presso il loro studio.

Come fare?

  • Segnala tua disponibilità ad autenticare le firme a questo link;
  • Invia una pec al tuo Consiglio dell’Ordine con il testo che trovi a questo link;

Se hai bisogno di qualsiasi altra informazione non esitare a contattarmi.
Cordiali saluti,

NOME E COGNOME DEL MITTENTE

Gentile Avvocato,

vogliamo condividere con Lei una importante novità per gli avvocati: da quest’anno possono autenticare le firme dei referendum.

L’art 16-bis della legge n.120/2020, infatti, ha introdotto modifiche all’art. 14 della legge n.53/1990, estendendo agli avvocati il potere di autenticare le sottoscrizioni dei referendum e delle proposte di legge di iniziativa popolare prima riservato ai soli notai, cancellieri di tribunale, sindaci, consiglieri comunali, giudici di pace.

Avranno il potere di esercitare questa nuova competenza tutti gli avvocati iscritti all’albo che abbiano comunicato la loro disponibilità al proprio ordine di appartenenza.

Questa novità ci consente di mettere a servizio di tutti i cittadini questa competenza. Il 20 aprile con l’Associazione Luca Coscioni e altre organizzazioni è stato depositato in Corte di Cassazione un quesito referendario che si pone l’obiettivo di introdurre l’eutanasia legale nel nostro Paese attraverso una parziale abrogazione dell’art. 579 c.p.

Dobbiamo raccogliere 500.000 firme autenticate tra il 30 giugno e il 30 settembre 2021.

A 8 anni dal deposito della Proposta di Legge di iniziativa popolare “Eutanasia Legale”, nel totale silenzio del Parlamento, nonostante due richiami della Corte costituzionale, la strada del referendum rappresenta oggi l’unico strumento per avere una legge che permetta l’aiuto medico alla morte volontaria.

Proprio in virtù di tale nuova funzione costituzionale conferita agli avvocati, Le chiediamo la disponibilità ad autenticare le sottoscrizioni necessarie per la convocazione del Referendum, coordinandosi con il Comitato Promotore Referendum Eutanasia Legale segnalando la Sua disponibilità a questo link: https://referendum.eutanasialegale.it/partecipa-come-autenticatore/ al quale può trovare tutte le informazioni sulla novità legislativa e la comunicazione da inviare all’ordine di appartenza:

Se vorrà aiutarci in questa straordinaria impresa di libertà, Le invieremo maggiori dettagli per poter partire con la raccolta firme dal 30 giugno 2021.

Grazie per il Suo riscontro!

Comitato promotore Referendum Eutanasia Legale

MODULO PER COMUNICARE LA DISPONIBILITA’
AD ESEGUIRE LE AUTENTICAZIONI DELLE FIRME
DA PARTE DEL CONSIGLIERE COMUNALE
(Art. 14 della legge 21 marzo 1990, n. 53 e s.m.i.)

Al Sig. Sindaco del Comune di ……………………………………….

OGGETTO: Comunicazione disponibilità autenticazione firme.

Il/La sottoscritto/a …………………………………………………………………………………………………….nato/a a ……………………………………………………… il ……………………………….. residente in………………………………………. via ………….………………………………………………………………….nella sua qualità di Consigliere comunale del Comune di ……………………………………..ai sensi dell’art.14, primo comma, ultimo periodo della legge 21 marzo 1990, n.53 “Misure
urgenti atte a garantire maggiore efficienza al procedimento elettorale”, che dispone “Sono altresì competenti ad eseguire le autenticazioni di cui al presente comma i consiglieri provinciali e i consiglieri comunali che comunichino la propria disponibilità, rispettivamente, al presidente della provincia e al sindaco.”;

C O M U N I C A

la propria disponibilità ad eseguire le autenticazioni previste dal citato articolo 14 della legge n.53/1990 e s.m.i., per la raccolta delle sottoscrizioni (barrare una sola scelta):

  • previste dalle norme dettagliatamente elencate nell’art.14 suddetto (elezioni politiche, amministrative, europee e referendum);
  • limitatamente alla elezione/raccolta firme ………….……………………………………….;

D I C H I A R A

che la propria firma è la seguente:

  • per esteso ……………………………………………………
  • abbreviata ……………………………………………………
  • Guastalla, addì ……………………………

Firma …………………………………………………..

Il presente modulo deve essere presentato prima del giorno fissato per l’inizio della raccolta delle sottoscrizioni. Trattandosi di mera comunicazione, non comporta una risposta affermativa dell’Amministrazione. Per la data fa fede il timbro del protocollo dell’Ente.